Viale Papa Giovanni XXIII, 48, 24122 Bergamo BG
+39 035 3055836

Prestito aziendale per investimento e per liquidità, le differenze e utilità.

Nel mondo del finanziamento aziendale, le imprese possono accedere a diverse forme di prestiti in base alle loro necessità specifiche. Tra le opzioni più comuni ci sono i prestiti per investimento e i prestiti per liquidità.

 

Sebbene entrambi siano strumenti finanziari utili per le aziende, differiscono notevolmente per scopo, termini e condizioni. Esaminiamo le principali differenze tra queste due tipologie di prestito.

 

Prestito aziendale per investimento

Un prestito aziendale per investimento è destinato a finanziare progetti a lungo termine che mirano a migliorare la crescita e lo sviluppo dell’azienda. Questi progetti possono includere l’acquisto di nuovi macchinari, l’espansione delle strutture aziendali, l’acquisizione di altre aziende o lo sviluppo di nuovi prodotti.

 

Caratteristiche principali:

Generalmente a lungo termine, con una durata che può variare da alcuni anni a decenni. Solitamente di importo elevato, commisurato ai costi dei progetti di investimento. Spesso i tassi di interesse sono fissi, riflettendo la natura a lungo termine del prestito.

Le rate sono generalmente distribuite su un lungo periodo e possono includere un periodo di pre-ammortamento (periodo durante il quale si pagano solo gli interessi e non il capitale).

Spesso richiedono garanzie significative, come immobili aziendali o altri asset a lungo termine. Utilizzo puo variare, alcuni esempi, espansione delle capacità produttive, innovazione e sviluppo di nuovi prodotti, acquisizioni strategiche, miglioramenti infrastrutturali.

 

Prestito aziendale per liquidità

Un prestito aziendale per liquidità è progettato per fornire capitale a breve termine necessario per mantenere le operazioni quotidiane dell’azienda. Questo tipo di prestito è spesso utilizzato per gestire il flusso di cassa, pagare fornitori, stipendi, affitti e altre spese operative.

 

Caratteristiche principali, a breve termine, con scadenze che vanno da pochi mesi a un massimo di un paio d’anni.

Generalmente di importo inferiore rispetto ai prestiti per investimento, sufficiente a coprire le esigenze di cassa immediate.

Possono essere variabili, riflettendo la natura a breve termine e il rischio di mercato. Le rate sono distribuite su un breve periodo, con frequenti scadenze mensili. Spesso meno stringenti rispetto ai prestiti per investimento, anche se potrebbero comunque essere richieste garanzie personali o aziendali.

 

Alcuni utilizzi, gestione delle fluttuazioni del flusso di cassa, pagamento delle spese operative quotidiane, copertura di temporanee mancanze di liquidità.

Sostegno in periodi di picco di attività, come stagionalità o progetti di breve termine.

 

Confronto e scelta del prestito adeguato

La scelta tra un prestito per investimento e un prestito per liquidità dipende dalle esigenze specifiche dell’azienda. Un’impresa che intende crescere e svilupparsi a lungo termine, investendo in infrastrutture o nuove tecnologie, dovrebbe considerare un prestito per investimento. Al contrario, un’azienda che necessita di fondi per mantenere le operazioni quotidiane o superare un periodo di carenza di liquidità opterà per un prestito per liquidità.

 

Supponiamo che un’azienda manifatturiera desideri aumentare la propria capacità produttiva acquistando nuovi macchinari. In questo caso, un prestito per investimento sarebbe la scelta appropriata, in quanto il progetto richiede un capitale considerevole e ha un orizzonte temporale a lungo termine. D’altra parte, se la stessa azienda affronta un temporaneo calo delle vendite e ha bisogno di fondi per pagare i fornitori e i dipendenti, un prestito per liquidità sarà la soluzione più adeguata per superare questa difficoltà momentanea.

 

Nel caso volessi approfondire ci sono gli specialisti di Multiply SpA

Share

Lascia un commento

La tua email non sarà resa pubblica. I campi obbligatori sono indicati con *